Link copiato negli appunti!

Moduli E-paper senza batteria – Riverdi ha stretto una partnership con Lummico!

Nelle ultime settimane abbiamo avuto colloqui con Lummico, leader del mercato delle carte elettroniche, dove è emersa un’opportunità di collaborazione.

“Quando si sono rese disponibili altre quote, non volevo offrirle a chiunque. Mi sono reso conto che i miei ex capi sarebbero stati i migliori partner in questa impresa, così li ho contattati per primi e sono saliti a bordo. Mentre io rimango l’azionista di maggioranza e il CEO, Kamil e Radoslaw siedono nel consiglio di amministrazione e apportano la loro esperienza nei rispettivi settori”. – afferma Michal Onoszko, CEO di Lummico.

Lukasz Skalski, l’ormai ex compagno di Michal, è stato recentemente chiamato dall’avventura e ha deciso di seguire i suoi sogni; a cominciare dall’attraversamento del fiume Vistola, il più lungo della Polonia, su un kayak ad aria. Mentre si preparava ad affrontare gli oltre 1000 km di acque rapide che scendono dalle montagne e si gettano in mare, gli amministratori di Riverdi ricevettero l’offerta di acquistare la sua parte di azienda, creando una partnership Riverdi-Lummico. In un certo senso, si tratta di un ritorno a casa, dato che entrambi i fondatori avevano lavorato a Riverdi alcuni anni fa.

Kamil Kozłowski – CEO di Riverdi, Michał Onoszko – CEO di Lummico,
Łukasz Skalski – cofondatore di Lummmico, Radosław Fularczyk – medico di Riverdi

Lummico è stata fondata nel 2018 da due esperti: Michal Onoszko e Lukasz Skalski. Lukasz è un ottimo ingegnere, soprattutto quando si tratta di sistemi embedded e della loro programmazione. È uno specialista Linux di alto livello, considerato uno dei migliori del Paese, e certamente una persona straordinaria. Michal, invece, è un grande ingegnere meccatronico, organizzatore, creatore di idee e iniziative, può fare praticamente tutto ad alto livello. Insieme hanno fondato un’azienda specializzata in moduli di carta elettronica.

Perché Lummico è così interessante?

Il prodotto di Lummico non è una semplice carta elettronica con un circuito stampato (perché i moduli di carta elettronica sono così semplici: un semplice microcontrollore e una piccola piastra che visualizza un’immagine). Gli ingegneri di Lummico hanno dedicato molto tempo a comprendere e piegare la natura della tecnologia e-paper. È controllato da una forma d’onda, cioè come, in quale ordine e per quanto tempo diamo tensione alle molecole rotanti della carta elettronica, influisce in larga misura sulla quantità di energia utilizzata per questo processo, sulla velocità con cui avviene, sulla fluidità e sulla quantità di immagine precedente che rimane. Uno dei problemi della carta elettronica è che quando visualizziamo una nuova immagine, le molecole devono letteralmente girare, un processo che non è perfetto. La capacità di controllare questo pozzo è ciò che ci permette di ottenere una nuova immagine a bassa energia, rapidamente, con un buon contrasto e senza tracce dell’immagine precedente. Lummico ha dedicato molto tempo a questo aspetto. Una volta ottenuto questo controllo, hanno cercato di capire dove utilizzare al meglio questo potenziale.

Una batteria che dura per sempre? O un dispositivo che non ne ha affatto bisogno?

Il prodotto principale di Lummico sono le etichette elettroniche. Sono attivi – alimentati a batteria – o passivi – senza batteria. Quelle attive possono funzionare per molto tempo; con un certo numero di ricariche al giorno, la batteria può durare per tutta la vita del dispositivo, circa 10-15 anni. Quelli passivi, invece, sono alimentati solo attraverso il campo di un lettore collegato e anche, più recentemente, attraverso un telefono cellulare.

Una volta controllata la carta elettronica, dobbiamo inviare i dati – immagini e contenuti – al display. In genere Lummico lo fa tramite NFC. L’NFC appartiene alla famiglia degli RFID, ovvero carte senza contatto, pagamenti senza fili, comunicazione a corto raggio. E proprio come una carta di pagamento, non ha una batteria al suo interno, ma comunica prendendo energia dal lettore o dal telefono. Si tiene una carta vicino a un lettore, la carta si sveglia, prende energia dal lettore e si scambiano i dati. È abbastanza semplice perché il fabbisogno energetico di una carta è trascurabile, ma quando si tratta di aggiornare la carta elettronica non è così, abbiamo bisogno di più energia (ma ancora relativamente poca se paragonata a un display LCD o TFT). Pertanto, ci troviamo di fronte al dilemma se trasmettere energia o trasmettere dati. Lummico ha risolto il dilemma in modo molto efficiente. L’energia è sempre controllata e i dati vengono inviati tra un trasferimento di energia e l’altro. Questo viene fatto dal software sul lato del lettore, un telefono cellulare o un tag, che riceve i dati. Costruire tutto questo non è così facile, ma una volta fatto, abbiamo un tag senza batteria. Un tag di questo tipo è fondamentalmente morto, non gli succede nulla finché non si introduce un lettore o un telefono cellulare per passare l’energia. È un’ottima soluzione ecologica.

Immaginiamo gli scaffali di un magazzino in un centro di stoccaggio dove ci sono decine di migliaia di articoli. Se utilizziamo etichette con batterie a lunga durata che durano cinque anni, o addirittura per sempre, si tratta comunque di molte batterie. È qui che possiamo vedere quanto sia ecologico un tag senza batteria. Questo tipo di etichetta può durare a lungo senza richiedere alcun intervento di assistenza. Funzionerà per 10-15 anni, non si usura e non richiede manutenzione.

Harry Potter, etichette di carta elettronica e possibili applicazioni

Warner Bros.

A volte l’ispirazione arriva dai luoghi più inaspettati. In questo caso, tutto è iniziato quando Michal ha guardato Harry Potter e ha visto delle immagini in movimento sulla parete del castello. L’idea di creare un prodotto simile lo affascinava a tal punto che decise di perseguirla e nel giro di un mese nacque Lummico. Mentre le foto che si muovono quando si passa sono ancora in attesa di essere sviluppate, sono stati coinvolti in altri progetti sorprendenti.

Lummico e Riverdi svilupperanno prodotti su misura per i clienti interessati ad avere un’etichetta in carta elettronica con esigenze di personalizzazione per un uso specifico del prodotto. Poiché le persone specializzate in questo settore sono molto poche, i freelance esperti vengono ingaggiati per lavori specifici a seconda del settore, poiché le applicazioni dei tag attivi e passivi sono innumerevoli.

I tag sostituiranno le etichette dei negozi, le etichette dei magazzini, le etichette dei prezzi, le informazioni sulle porte degli hotel, le etichette delle informazioni sui farmaci e tutte le informazioni visualizzate su carta che necessitano di un aggiornamento sistematico. Per evitare che si danneggino facilmente, i tag possono essere flessibili; i tag in carta elettronica non sono su un substrato di vetro, ma su un foglio che può essere piegato. Il circuito stampato può anche essere realizzato su una superficie morbida, il cosiddetto FPC (flexible printed circuit), per cui il tag può essere posizionato su superfici irregolari o angolari. Sarà presto disponibile in negozio ed è attualmente disponibile per il pre-ordine.

Etichette farmaceutiche

Durante la progettazione dei farmaci, questi vengono testati, passano attraverso diverse fasi e viaggiano tra varie fabbriche e centri di distribuzione in speciali casse di plastica riutilizzabili, ognuna con un’etichetta che deve essere aggiornata a ogni fermata. Un’etichetta elettronica che può essere aggiornata rende il processo molto più semplice e veloce rispetto all’apposizione di milioni di nuove etichette lungo il percorso. È possibile caricare semplicemente nuovi contenuti e persino salvare informazioni aggiuntive non visibili sul display. La tracciabilità è incomparabilmente migliore e molto più professionale di un adesivo.

Display di presa

Il Grip Display è un display elettronico incorporato in un supporto per le mani su un autobus o su qualsiasi altro mezzo di trasporto pubblico. Oggi c’è un pezzo di carta infilato in un supporto, così quando il passeggero che lo tiene in mano si annoia, può leggere quello che ha in mano, come “scannerizza il codice e compra i biglietti del cinema al 20% in meno”, qualsiasi pubblicità o informazione. Esiste già un progetto di questo tipo nel Regno Unito, ma al posto delle note cartacee, l’impugnatura ha un display di carta elettronica che può essere aggiornato. In questo modo è possibile avvicinare il telefono cellulare al display, in modo che avvenga un’azione specifica tramite la comunicazione NFC: visitiamo immediatamente una pagina web, otteniamo uno sconto in un ristorante locale o aggiungiamo un evento al nostro calendario. Esiste anche una versione con una cella solare integrata che può cambiare gli spot in un ciclo.

Tag di produzione

Un’azienda tedesca ha richiesto delle etichette per le scatole di produzione che trasportano gli elementi da assemblare. Nel processo di produzione, ogni cassa con etichetta segue il prodotto che viene assemblato. La scatola arriva al primo dipendente che lavora con i pezzi, scansiona l’etichetta con il suo lettore, il sistema mostra l’informazione che il dipendente sta iniziando a lavorare su questo elemento. C’è un’ora esatta, l’ora in cui ha iniziato, l’ora in cui ha finito e un riepilogo del lavoro che stava svolgendo. In caso di guasto di un meccanismo, ad esempio il cambio di un’automobile, sappiamo chi, come e quando lo ha installato; ci sono statistiche complete. Potrebbe risultare che una determinata persona produce il 30% dei difetti, il che significa che fa qualcosa di sbagliato e potrebbe aver bisogno di essere riqualificata. L’etichettatura non riguarda solo la visualizzazione delle informazioni, ma anche tutte le informazioni immagazzinate nella memoria.

ID azienda

Il tesserino aziendale con foto può essere utilizzato per aprire le porte o per pagare alla mensa aziendale. Normalmente, quando un’azienda ospita un visitatore, viene stampata una tessera plastificata che viene utilizzata durante il soggiorno e poi, alla fine della giornata, viene tagliata e gettata via. In questo caso, è sufficiente programmare il tag elettronico da zero e utilizzarlo per il prossimo visitatore. Non è necessario buttare via e sostituire.

Studio medico

Poiché gli studi medici sono spesso condivisi, è necessario disporre di informazioni aggiornate su chi si trova all’interno, sugli orari di lavoro, ecc. – i fogli di carta devono essere cambiati frequentemente dal personale. Se sulla porta c’è un cartellino elettronico, il medico stesso può aggiornare le informazioni con il proprio telefono: “Oggi aperto fino alle 17”.

La carta non è più economica?

Si potrebbe dire che sostituire un pezzo di carta sarà sempre più economico che ottenere un’etichetta elettronica, ma è proprio così? Qualcuno deve scrivere, stampare, tagliare e spesso plastificare il biglietto. A tal fine sono necessari un computer, una stampante, una taglierina, una plastificatrice e qualcuno che si occupi di queste attività. E poi, buttiamo via la carta.

Qualche anno fa, Riverdi ha richiesto un finanziamento europeo per i nostri moduli elettronici per le fermate degli autobus; volevamo creare orari elettronici, ma abbiamo ricevuto la risposta che non ci sarebbero mai stati display elettronici alle fermate degli autobus perché la carta è più economica. Oggi tutte le fermate degli autobus stanno passando ai display elettronici: prevedere la direzione del futuro fa parte di un’azienda di successo. È emerso che cambiare regolarmente l’orario cartaceo non è così economico se calcolato con precisione. A lungo termine, un display e-paper non solo è più economico, ma soprattutto è molto più efficace. Può essere aggiornato da remoto, essere interattivo, mostrare dove si trova l’autobus al momento e quando sta arrivando. Si tratta di informazioni preziose per chi è in attesa. Un pezzo di carta non può darlo.

trojmiasto.pl

Il prossimo lettore di e-book?

Anche se non è un’immagine in movimento, per il momento ci si avvicina. Lummico sta lavorando a un lettore di e-book che sarà pieno di sorprese. Tuttavia, esistono molti piani e infinite applicazioni. Il cielo è il limite. Oggi, i tag Lummico sono un’interessante aggiunta all’offerta in espansione di Riverdi.

Per vedere l’offerta attuale di Lummico, visitate il loro sito web qui.

Prodotti in carta elettronica

window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag() { dataLayer.push(arguments); } gtag("consent", "default", { ad_storage: "denied", ad_user_data: "denied", ad_personalization: "denied", analytics_storage: "denied", functionality_storage: "denied", personalization_storage: "denied", security_storage: "granted", wait_for_update: 2000, }); gtag("set", "ads_data_redaction", true); gtag("set", "url_passthrough", true);