Link copiato negli appunti!

Cosa determina la risoluzione dei display Riverdi

In questo post della serie Display 101 spieghiamo la risoluzione dei display intelligenti. Partiamo quindi dalla definizione di risoluzione del display.

La risoluzione di un display è il numero di pixel orizzontali e verticali – elementi dell’immagine, in ogni dimensione, che possono essere visualizzati.

I pixel sono disposti in una matrice per formare immagini, combinate per illuminare, proiettare e riorientare le ottiche.

Qualche informazione in più sul pixel

La prima volta che è stata pubblicata l’espressione “pixel” è stata nel 1965, per descrivere elementi delle immagini provenienti dalle sonde spaziali. È la più piccola rappresentazione controllabile di un’immagine visualizzata.

Display 101 Riverdi pixel

La soluzione più comunemente utilizzata per ottenere i colori sul display è l’uso della miscelazione dei tre colori primari nel sistema RGB –
Rosso
,
Verde
e
blu
per ottenere un’immagine a colori grazie alla miscelazione additiva.

Ogni pixel dell’immagine può essere modificato in modo indipendente. Ogni pixel è composto da tre sottopixel che emettono luce in rosso, verde e blu.

Il controllo dell’intensità di emissione dei sottocomponenti determina il colore dell’intero pixel. Di conseguenza, per il colore nero, tutti i sub-pixel vengono oscurati. Mentre il colore bianco corrisponde all’intensità massima di tutti e tre i componenti.

Dimensioni standard dei display Riverdi

Riverdi offre display industriali di dimensioni standard con le seguenti risoluzioni:

dimensionerisoluzionenome breve per la risoluzione
3.5″320×240QVGA
4.3″480×272WQVGA
5.0″800×480WVGA
7.0″1024×600WVGA
10.0″1280×800WXGA

In alto è riportata la risoluzione del display più comune per queste dimensioni, con brevi descrizioni per un più rapido riconoscimento.

La risoluzione più alta disponibile come prodotto standard è WXGA, che descrive una risoluzione di
1280 × 800
pixel, con rapporto d’aspetto 16:10 – ben nota nell’elettronica di consumo, come i computer portatili o i tablet. Per uno schermo da 10,0 pollici questa risoluzione offre un’ottima leggibilità, presentando immagini completamente dettagliate con colori nitidi e vivaci.

Di seguito sono illustrate le altre risoluzioni disponibili nei diversi formati di display offerti da Riverdi.

QVGA corrisponde a Quarter Video Graphics Array. Questa breve descrizione ha ragioni storiche. La VGA era uno standard industriale alla fine degli anni ’80 (grazie ai prodotti IBM), e la risoluzione 320×240 è 1/4 di questa immagine:

Riverdi Display 101 Risoluzione VGA

Il rapporto di aspetto di QVGA è 4:3. La definizione WQVGA descrive più di una risoluzione. Caratterizza le risoluzioni di visualizzazione della stessa altezza (data in pixel), ma più ampie.

Varianti di WQVGA:

Altezza [pixel]Ampio [pixel]
360240
376240
384240
400240
428240
432240
480270
480272

Il rapporto di aspetto del WQVGA è diverso per ogni altezza. Il rapporto d’aspetto di Riverdi 4,3″ è di 16:9.

I Riverdi 5.0″ e 7.0″ sono WVGA, ovvero Wide VGA (vale la stessa regola del WQVGA – l’altezza rimane la stessa del VGA). Inoltre, esistono alcune varianti più popolari di WVGA:

Altezza [pixel]Ampio [pixel]
640360
640384
720480
768480
800450
800480
848480
852480
853480
854480

Il rapporto d’aspetto dei prodotti Riverdi WVGA è 5:3 (descritto anche come 15:9).

Ci auguriamo che abbiate imparato qualcosa di nuovo dal nostro articolo e che siate pronti per il prossimo della serie Display 101. Se avete un argomento che vorreste trattare, inviateci un messaggio sui nostri social media.

window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag() { dataLayer.push(arguments); } gtag("consent", "default", { ad_storage: "denied", ad_user_data: "denied", ad_personalization: "denied", analytics_storage: "denied", functionality_storage: "denied", personalization_storage: "denied", security_storage: "granted", wait_for_update: 2000, }); gtag("set", "ads_data_redaction", true); gtag("set", "url_passthrough", true);